Quali sono i materiali più diffusi nelle costruzioni?

By | 19 aprile 2018

Quali sono i materiali da costruzione più diffusi? E le tipologie di costruzione?

 Quali sono le tipologie di costruzione più diffuse? Quali i materiali da costruzione più utilizzati?

Costruzioni in Laterizio

 La maggior parte delle abitazioni è costituita in mattoni. I mattoni possono essere realizzati in diversi materiali. In generale possono essere più densi o più leggeri a seconda di quanti fori contengono, e quindi a seconda della loro densità. Più aria contengono più avranno una bassa conducibilità e quindi perderanno le loro caratteristiche di isolamento acustico e di staticità. Se la tua casa è molto vecchia il mattone potrebbe essere pieno o semipieno. La conducibilità di questi mattoni varia da 0.45 W/mK a 0.77 W/mK. Se la tua abitazione è di più recente costruzione allora potrebbe essere composta da mattone porizzato. Questo materiale può avere una conducibilità che varia da 0.18 W/mK a 0.25 W/mK. Si stanno realizzando anche mattoni in cui gli spazi di aria interni vengono riempiti con un materiale isolante in modo da dare alla struttura finale una conducibilità ancora più bassa. Questi mattoni hanno però un costo sensibilmente più alto. Il nostro punto di vista è che sia sempre meglio isolare le strutture anche per mitigare sempre meglio i cosi detti “ponti termici” che ti descriverò in un articolo dedicato.

Calcestruzzo

Il laterizio in alcuni casi può essere portante. Quando non lo è viene Solitamente utilizzato per dare solidità alla struttura delle abitazioni. Ha un’ alta conducibilità per cui non ha effetto isolante. Anche in questo caso può avere differenti densità che ne caratterizzano anche una diversa conducibilità.

Costruzioni in Legno

Un’alternativa alla solita costruzione in mattoni è la costruzione in legno. Il legno ha una conducibilità nell’ordine degli 0.13 W/mK – 0.18 W/mK. Nuove tecniche consentono sempre di più di utilizzare le molte proprietà strutturali del legno. E’ un materiale ecologico, la risorsa è rinnovabile e la fabbricazione e la lavorazione sono sicure e possono avvenire in stabilimenti e quindi in maniera continuativa a prescindere dalle condizioni atmosferiche.

Tipologie delle costruzioni in Legno

Esistono vari tipi di costruzione in legno, quelle più utilizzate sono:

  1. Costruzioni in legno lamellare, o costruzioni in legno massiccio, a cui va applicato poi un coibente esterno
  2. Costruzioni in legno a telaio

Le costruzioni in legno massiccio sono anche conosciute come costruzioni in legno a strati incrociati. Sono costituite da una serie ininterrotta di superfici di legno di uguale spessore. La struttura così composta è molto flessibile e permette di adattarla a vari tipi di planimetria. Inoltre i tempi della lavorazione del cantiere effettivo sono molto ridotti. I pannelli di legno utilizzati sono solitamente a 3 o 5 strati incollati a strati incrociati. A questo, solitamente viene applicato uno strato di coibente esterno.

Perché i tempi di fabbricazione sono molto veloci?

Tutte le lavorazioni vengono fatte in stabilimento, anche le lavorazioni sulle aperture degli infissi, delle porte, ecc…e tutti i pezzi vengono assemblati in cantiere, quindi una buona parte della lavorazione viene eseguita in fabbrica e non più in cantiere.

Le strutture in legno a telaio sono concepite come una struttura portante che viene “tamponata” da delle strutture a telaio, all’interno del quale viene interposto dell’isolante. All’esterno dello stesso verrà poi applicato poi dell’altro isolante.

Esistono anche costruzioni in legno tassellato che è una alternativa per evitare la presenza di colle.

Il legno è un materiale sicuramente più naturale, ma una costruzione in legno ha bisogno di molta attenzione durante la sua costruzione.

Quale è un aspetto fondamentale dal quale la tua casa in legno non può prescindere?

Devi evitare al massimo il passaggio di aria attraverso la struttura, in modo molto attento, molto di più rispetto ad una costruzione in laterizio.

Perché?

Come hai visto precedentemente la creazione di condensa all’interno della struttura può essere molto pericolosa proprio perché alla lunga può lesionare la struttura della casa, per questo alcune verifiche sulle nuove costruzioni cercano di evitare questo fenomeno. La condensa viene creata se l’aria, quando attraversa una struttura, raggiunge il punto di rugiada, ovvero incontra una zona troppo fredda. Il fatto che possa condensare all’interno di una struttura in legno è molto più pericoloso rispetto al fatto che accada in una struttura in laterizio.

Altro elemento importante è che il legno subisce degli spostamenti durante la sua vita e questo può portare delle fessurazioni nella struttura che potrebbero anche causare degli spifferi per la fuoriuscita di calore dalla struttura concentrata in alcuni punti della casa.

Blower Door Test

Ecco perché per essere costruita a regola d’arte la casa deve avere una tenuta al vento (sull’esterno dell’abitazione), e una tenuta al vapore (sul lato interno dell’abitazione) proprio per evitare che l’umidità possa condensare all’interno della struttura. Esiste un test che si chiama blower door test, che serve proprio a capire quanto l’abitazione è ermetica.

Altra criticità è la coibentazione acustica, che migliora con l’apporto di massa, per cui è sempre meglio abbinare alla struttura in legno materiali pesanti che aiutano ad assorbire i rumori. Per quello che riguarda il rumore da calpestio invece può essere impedito solo eliminando quelli che vengono chiamati “ponti acustici”, che altro non sono che elementi costruttivi non interrotti che trasmettono le vibrazioni).