Quello che non puoi ignorare per vivere in modo salubre all’interno della tua abitazione!

By | 30 Marzo 2018

Benessere abitativo

Cosa si intende per benessere abitativo di una abitazione?

Da cosa puoi capire quale è il benessere abitativo all’interno della tua unità immobiliare?

  1. Una buona qualità dell’aria ambiente
  2. Un buon clima ambientale

La qualità dell’aria negli ambienti interni è influenzata:

  1. Aria esterna
  2. Condizioni strutturali
  3. Arredamento
  4. Modi di vivere all’interno dell’unità immobiliare

Considera che la maggior parte del tempo della giornata la passi all’interno delle strutture, non all’aria aperta (ufficio, casa, centri commerciali, negozi, ecc…), la qualità dell’aria di questi ambienti diventa quindi un fattore importante per il tuo benessere e per la tua salute.

Quali sono le sostanze che possono inquinare gli ambienti interni?

Solventi di vernice fresca di mobili, tappeti e pavimenti. Queste possono liberare nell’aria composti organici volatili (VOC). Queste impiegano  settimane o mesi per scomparire. Per le sostanze volatili pesanti invece ci possono volere anni. Oggi queste sostanze sono proibite perché cancerogene, ma si possono ancora trovare in alcuni preparati, in materiali per sigillare le fughe, in condensatori per lampade fluorescenti, ecc… E’ molto difficile riconoscerli in quanto molte malattie non vengono ricollegate alla presenza di questi elementi.

Quando senti parlare di Inquinamento dell’Aria probabilmente pensi immediatamente all’inquinamento dell’aria esterna, allo smog, ai gas di scarico delle automobili, alle emissioni industriali nell’atmosfera. E’ tutto vero, ma pensa a quanto tempo passi all’aria aperta e quando all’interno di case, uffici e locali. La cosa che succede molto spesso è che l’aria all’interno di questi luogo è ancora più inquinata di quella esterna a causa dei prodotti che utilizzi o che sono stati utilizzati durante la ristrutturazione del tuo appartamento.

Da dove possono provenire queste sostanze inquinanti?

 

  1. Dagli elementi interni di arredamento, come abbiamo già detto
  2. Dalle fondamenta (inquinamento da radon)
  3. Materiali edili (per esempio inquinamento da cemento di altiforni)
  4. Elementi costruttivi interni (intonaci, pavimenti, ecc…)
  5. Detersivi, antiparassitari, Fumo ed altre sostanze legate alle tue abitudini di vita

Nelle nuove abitazioni, che sono sempre più a tenuta ermetica grazie soprattutto ai nuovi infissi che evitano gli “spifferi” e quindi la fuoriuscita di aria, devi sempre di più fare attenzione a questi elementi che ti ho descritto, informarti sulle certificazioni dei materiali che verranno utilizzati nel tuo cantiere (per esempio mai utilizzare elementi catramosi all’interno degli ambienti) e fare attenzioni alle tue abitudini quotidiane.